Passione per i motori: esclusiva maschile?

Metti di avere la fortuna
di poggiare il fondoschiena
su un bolide col motore pulsante
che ti provoca la pelle d'oca...

Metti che questo gioiellino
sia stato concepito da un Signore
che ha fatto la storia
delle vetture made in Italy..

Che questo Signore
facesse di nome Enzo
e di cognome Ferrari.

E che il bolide sia
semplicemente
arte..

Fairy, donna, rimane sempre senza parole:
la potenza, l'energia, la grinta di queste vetture
è ineguagliabile.

Su una 'vecchia' vettura
preziosa,
ma non ancora così 'lussuosa',
quindi
concretamente
e senza abbaglio,
aggressiva e impertinente
ti senti
una regina.

Solo così una donna può comprendere
la vera passione,
il significato di un mito,
il collezionismo,
l'esclusivo
e ineguagliabile mezzo.

Solo così capisco
l'uomo
che diventa bambino
di fronte a certi
'giocattoli'...

Commenti

Anonimo ha detto…
Ciao Fairy ,

sono Cupido,la freccia dal mio arco scagliai
ma il bolide non raggiunse mai .

Troppo forte correva .

Di arte si tratta certo ,
la trovi pure al Metropolitan Museum
di New York .
Per il design italiano e’ un’alta vetta,
quasi come la tua bellezza !!!!
Per le rosse... c’e’ amore .

Post popolari in questo blog