Libertà di pensiero

Non ho voglia di pensare, non ho voglia di entrare
in quel tunnel di pensieri, che mi fa invecchiare.
Troppe sono le parole che ormai non voglio più sentire,
la mente si chiude davanti a cancelli scardinati a fatica
e che non si devono richiudere, perchè conquistati con il sangue.
Scrivo, quindi scarico, i pensieri: da qualche parte vi devo mettere.
La mente è forte, se è libera è forte: se sente odore di passato
va in stallo per poi cadere. E poi rialzarsi. E poi ricadere.
E poi rialzarsi. Sempre.
Muscoli involontariamente, ma coscientemente, fortificati
sostengono fili (pensieri) interminabili ed elettrici:
scosse che fanno sussultare e tremare
stringere denti e pugni e scalciare..
Il pensiero infruttifero, il pensiero vorticoso, il pensiero malato,
il pensiero frustrante di non uscire dal mulinello che gira, gira, gira.
Mille trucchi ho imparato per fermare la tempesta:
li so tutti e li userò.
Il libro del passato è scritto e scavato su una pietra, con una punta di diamante.
Incisi sono i passi fatti, le pedine mosse, le salite e le discese.
Nel sonno troverò la risposta al domani,
senza pensare.
La mente guida un' auto che conosce la strada a memoria.
Posta un commento

Post più popolari